Frutta Martorana

Ho iniziato a realizzare i “fruttini” con la pasta di mandorle ai tempi dell’università e per qualche anno con le mie coinquiline, prima del 2 novembre (qui in Sicilia si mangiano in occasione della “festa dei morti” insieme ai “taralli“), rubavamo qualche ora  al nostro studio per impastare e realizzare le forme di frutta martorana rigorosamente a mano.. nelle decorazioni io ero la meno brava!!

Frutta martorana

Finita l’università ho deciso di acquistare le forme di frutta adatte a questo tipo di dolce, il risultato è quello che vedete in foto.

Ciò che mi spinge ogni anno a fare questo tipo di dolce è il piacere di gustare e di regalare dei dolcini che sanno di pasta di mandorle e non di zucchero con vago sentore di mandorla…

Ricetta per circa kg.1 di pasta di mandorla:

  • gr. 500 di farina di mandorle acquistata o preparata in casa;
  • gr. 500 di zucchero a velo vanigliato, preferibile quello acquistato;
  • gr. 50 di sciroppo di glucosio;
  • gr. 50 acqua fredda, o anche meno, da aggiungere a poco a poco.
  • – colori alimentari e pennellini di varie misure.

Si impasta velocemente tutto insieme, tranne l’acqua che va aggiunta pian piano facendo attenzione a non far diventare l’impasto appiccicoso e difficile poi da lavorare (in tal caso tenere a portata di mano un pò di amido di mais ed aggiungerlo all’impasto).

Formare una palla omogenea e cominciare subito a creare le forme di frutta, per i più bravi non sono necessarie le formine. Fare asciugare per circa 12 ore dopodichè si potrà procedere con la colorazione, utilizzando i colori alimentari e la propria fantasia!!  Far asciugare bene e poi disporre nei vassoietti..

Frutta martorana

 

Con questo post partecipo a questo giveaway:

Giveaway Cardamomo and co

Contest Saremo Famosi:

 

Questa voce è stata pubblicata in Baby menu, Dolci, Gluten free, Sapori tipici. Aggiungi ai segnalibri il permalink.